login   
                                               

 

Ricerca nel sito

 ___________________


Sfoglia tutte le riviste

___________________




Blog
"Shapes" è il nuovo album dei Lstcat
Inviato da UmbriaNoise il 26 Marzo 2018.

 

Lstcat nasce come progetto solista di stampo post- techno da parte di Gabriele Berioli, allora chitarrista dei KKOS. Come live band si forma a metà 2015 con l'entrata in formazione del batterista Andrea Ubaldini, della violinista / bassista Erika Bastianelli (Viper), del tastierista Paolo Coscia (Matta Clast) e della cantante Beatrice Gjergji (KKOS, Otherside). Tale formazione esordisce sul palco del Riverock Festival, al fianco di nomi quali Luminal, Simonne Jones e Iosonouncane, riscuotendo un buon successo da parte del pubblico. Continuano il loro percorso calcando numerosi palchi della regione (Supersonic, Zut!, La Darsena, Antifestival, ecc...) e partecipando all'edizione 2016 di Arezzo Wave in cui si classificano finalisti in Umbria. Nel marzo 2016 pubblicano il video "Logarythm", brano contenuto nel loro primo demo "Lstcat".

Il primo Maggio 2017 esce "For Free" canzone contenuta nell’album d’esordio Shapes (uscito l’11 marzo in tutte le piattaforme online). Poco prima della sua uscita ufficiale pubblicano un secondo singolo "Rain Beat" che vede come background voice il chitarrista/cantante veneto Marcello Batelli.

Il disco, interamente autoprodotto è stato registrato da Andrea Ubaldini e Gabriele Berioli, rispettivamente batterista e chitarrista della band. Il mastering è stato affidato a Max Trisotto. L’album contiene 9 canzoni composte nei primi 2 anni di vita del progetto. I brani sono stilisticamente diversi tra loro, si passa da un sound tipicamente rock a ritmi drum n’bass, strutture prog, sovrapposizioni orchestrali e atmosfere country-pop. Grazie all’utilizzo di vari sintetizzatori, Shapes si concede anche varie divagazioni elettroniche. Ma è la melodia la vera protagonista dell’album; ogni strumento (voce compresa) lavora nel rispetto dell’armonia e della trama melodica di ogni singolo pezzo. I testi intimisti non sovrastano mai il resto, i temi sono l’accettazione di sé e la continua ricerca della propria individualità. Shapes non ha confini, l’unica regola prefissata è la libertà creativa. Ed è in questa libertà che si cela il significato del nome e della copertina del disco stesso: Shapes è uno specchio capace di riflettere tutto ciò che gli si presenta davanti, assumendo così vari aspetti e forme proprio come la musica contenuta nel disco.

Secondo lavoro in studio. Cosa è cambiato rispetto al primo?
"Il primo era un demo contenente solo due tracce. Una delle due tracce è un live in studio che è poi diventato un videoclip (diretto da Daniele Toccacelo). Shapes invece è il nostro primo album e quindi riveste un’importanza molto diversa dal primo".

Che brani ci sono nella tracklist? Di che parlano e dove trovate l’ispirazione?
"Il disco contiene 9 tracce tutte molto diverse tra loro. La libertà creativa è l’unica regola che ci siamo prefissati. Le nostre canzoni cercano di non porre la voce e le parole in primo piano rispetto agli altri strumenti. Anzi se si vuole cercare il significato puro di ogni singola traccia bisognerebbe fare più attenzione alla melodia e i suoni scelti. Con questo non vogliamo dire che i testi non hanno un significato intrinseco ma che presi da soli non lo svelerebbero nella loro interezza. Noi siamo 5 persone con gusti musicali diversi e cerchiamo di amalgamare tutte le nostre idee in modo da trovare sempre nuovi spunti e nuove possibilità. Ed è proprio da questa condivisione che traiamo l’ispirazione".

Perché avete scelto di avere uno specchio come copertina?
"L’idea dello specchio è avvenuta istintivamente. Crediamo che sarebbe stato limitante racchiudere il nostro lavoro in una singola immagine. Lo specchio invece è capace di riflettere tutto ciò che gli si presenta davanti, assumendo così vari stili e forme proprio come la nostra musica".

Che progetti avete per il futuro?
"Attualmente cercare di far conoscere SHAPES a più persone possibile. Ma sicuramente quello che ci preme di più è continuare a scrivere nuove canzoni".

 

Commenti
Nessun commento presente.
Pagina 1 | »
Aggiungi un commento
Nome

Testo

Codice di verifica

Home  /  News  /  Eventi  /  Band  /  Discografie  / Articoli  /  Comuni  /  Utilità 
Ufficio Stampa / Presentazione Rivista Contatti

 

www.umbrianoise.it - info@umbrianoise.it - dal 2009 
condizioni d'uso 
 

Informazioni sull'uso dei cookies
 

Utilizzo dei cookies

Utilizziamo i cookies per il corretto funzionamento del nostro sito e migliorare la tua esperienza di navigazione. Ci riserviamo inoltre di utilizzare cookies di terze parti. Per saperne di più consulta la nostra cookies policy.
Per continuare la navigazione è necessario cliccare il pulsante 'Accetto'.

Accetto Non accetto