login   
                                               

 

Ricerca nel sito

 ___________________


Sfoglia tutte le riviste

___________________




Blog
La romantica storia di Sissi al teatro Lyrick
Inviato da UmbriaNoise il 18 Marzo 2018.

 

Mito e sentimento si fondono in scena nel musical La Principessa Sissi diretto da Corrado Abbati.
La romantica storia di Elisabetta arriva sul palco del teatro Lyrick

Grande musical ancora protagonista al teatro Lyrick di Assisi che, nell'ambito della stagione Concentrato di emozioni, il prossimo 20 marzo alle ore 21.15 ospiterà La Principessa Sissi. In scena la vicenda di Elisabetta - detta Sissi - che a soli sedici anni va in sposa all’Imperatore d’Austria Francesco Giuseppe. Una storia ha tutti i caratteri della favola a lieto fine, pur essendo un fatto storico documentato. Sissi è diventata uno dei personaggi ancora oggi più famosi ed amati. Intorno alla sua figura è nata una leggenda romantica che si è concretizzata in un grande seguito popolare rinverdito anche dalle tante erie televisive e dai celebri film interpretati da Romy Schneider. Il fascino della principessa arriva ora in teatro in un nuovo spettacolo in cui l’ambientazione, lo sfarzo, gli amori e gli intrighi della vicenda, diventano sede ideale per una moderna performance con grandi quadri d’insieme, balli di corte e atmosfere da "capodanno a Vienna" che si aprono al pubblico come una pellicola ricca di musica, di danza, di buonumore, che va ben oltre il sapore edulcorato della fiaba. Ciò che ne esce è infatti una grande e fastosa rappresentazione della società imperiale grazie anche alla nuova messa in scena che è frutto di un notevole sforzo produttivo. D’altra parte lo sfarzo dei costumi, l’eleganza delle scene e la cura dei particolari è sempre stata una nota distintiva della Compagnia diretta da Corrado Abbati. Sissi è ancora oggi uno spettacolo in cui storia, mito e sentimento si fondono in un unico e grande affresco adatto a un pubblico di ogni età perché tutti, ancora oggi, vogliamo sognare, divertirci ecommuoverci.

La Principessa Sissi - Max, duca in Baviera, ha due giovani figlie: Elena, detta Nenè, ed Elisabetta, detta Sissi. La prima viene designata dalla zia Sofia, madre del giovane imperatore d’Austria Francesco Giuseppe, a diventare la sposa di quest’ultimo. Francesco Giuseppe però non è troppo entusiasta degli armeggi materni e non vuole dare il proprio consenso ad occhi chiusi. Sofia organizza un incontro fra Nenè e Francesco Giuseppe in una isolata località di villeggiatura dove però il giovane imperatore è colpito dalla grazia e dalla bellezza di Sissi, di cui ignora la vera identità e le dichiara il suo amore. Quando Sissi viene a sapere che il viaggio intrapreso era pianificato perché Nenè si fidanzasse con Francesco Giuseppe, non esita e rinuncia a quello che è il suo vero amore, per non intralciare la gioia della sorella. Ma, durante la grande festa nel corso della quale Francesco Giuseppe dovrà annunciare, secondo l’attesa di tutti, il proprio fidanzamento con Nenè, ha luogo la grande sorpresa: l’imperatore dichiara il suo amore a Sissi.

La Principessa Sissi nuova produzione in esclusiva nazionale, adattamento e regia di Corrado Abbati, musiche di Alessandro Nidi, con la Compagnia Corrado Abbati, allestimento InScena art design, coreografie di CristinaCalisi, direzione musicale Alessandro Nidi.

www.teatrolyrick.com

Commenti
Nessun commento presente.
Pagina 1 | »
Aggiungi un commento
Nome

Testo

Codice di verifica

Home  /  News  /  Eventi  /  Band  /  Discografie  / Articoli  /  Comuni  /  Utilità 
Ufficio Stampa / Presentazione Rivista Contatti

 

www.umbrianoise.it - info@umbrianoise.it - dal 2009 
condizioni d'uso 
 

Informazioni sull'uso dei cookies
 

Utilizzo dei cookies

Utilizziamo i cookies per il corretto funzionamento del nostro sito e migliorare la tua esperienza di navigazione. Ci riserviamo inoltre di utilizzare cookies di terze parti. Per saperne di più consulta la nostra cookies policy.
Per continuare la navigazione è necessario cliccare il pulsante 'Accetto'.

Accetto Non accetto